Home > Regate > Trofeo Meteor D’Autunno ad Engy

Trofeo Meteor D’Autunno ad Engy

Ciao a tutti . Quest’anno il Trofeo Meteor D’Autunno è stato veramente bello ed appassionante. Il tempo ci ha regalato due giornate estive, con poco vento magari ma il Comitato di Regata ha saputo gestire perfettamente orari e condizioni e a loro va un sentito grazie. Il livello tecnico di questa ultima tappa valida per il Campionato Zonale è stato veramente elevato, abbiamo rivisto l’equipaggio di Engy insieme con quello di Why Not ? e poi il team di Morbin con l’equipaggio vincitore dello Zonale 2010. I dodici iscritti testimoniano un successo e l’arrivo di nuovi equipaggi con l’ultimo arrivo di Serbidiola e Robi Caramel, al timone di Eta Beta è stato veramente bravo, fa ben sperare per il prossimo anno. La classifica mi è stata inviata da Corrado ( al quale rimando per il suo commento tecnico delle regate ) che con il suo Circolo Nautico di Chioggia e la Lega Navale di Padova hanno organizzato questo bel evento .

Ciao a tutti

Rino

Be Sociable, Share!
Categorie:Regate Tag:
  1. dario
    3 ottobre 2011 a 16:54 | #1

    I miei complimenti a tutti , e un bravo a Silvio e il suo equipaggio ..Ancora Engy.

    dario

  2. Corrado
    4 ottobre 2011 a 11:30 | #2

    ……e io vi rimando al sito del CNC; rispetto a quello che ho già scritto devo dire che la presenza di Roby Caramel e Roberto Ferro ha sicuramente elevato il livello tecnico delle regate, così come il ritorno di Alessandro e l’aiuto di Cesare a bordo di Marasca. In generale mi sembra che il livello della flotta sia cresciuto, brava Maria Grazia con Why not? anche primo ad un giro di boa e bravi i ragazzi della barca arancione almeno nella prima prova. Secondo me la strada giusta è questa, cercare di portare in barca gente che ti può aiutare a capire che la tua barca non è lenta e dove stai sbagliando: Gus è cresciuto molto quando ha cominciato a mettersi a bordo velisti del calibro di Andrea Molinari e Cesare Casoria, Don’t give up è uscito trasformato dalla cura a base di Ferro di questo weekend ………..è arrivato anche Serbidiola che sicuramente è una buona barca però il numero delle barche non cresce……….12 barche non sono certamente male ma ne mancavano comunque parecchie, peccato!! Permettetemi un’ultima nota sull’organizzazione, credo che CNC e Lega Navale Padova abbiano fatto veramente il massimo, sabato abbiamo finito tardi ma mi è dispiaciuto vedere poca gente alla pasta serale, domenica è stata una premiazione degna di questo nome che non sempre abbiamo avuto nel corso della stagione; quando parlo di standardizzare gli eventi mi riferisco a questo, il velista non è solo una macchina da spremere, ma soprattutto per queste Classi piccole la quota di iscrizione alla regata va commisurata con una offerta adeguata…………grazie ad Elena e a Lega Navale Padova che si sono impegnate tantissimo e hanno fatto veramente molto dando un grosso aiuto al sottoscritto e a CNC.

  3. Federico
    5 ottobre 2011 a 7:54 | #3

    ‘aspita, domenica mi sono perso proprio l’unica premiazione coi fiocchi, mi spiace, ma son dovuto fuggire.
    Anche noi, pur nelle retrovie, ci siamo divertiti moltissimo, ed in effetti se lì davanti il livello ed il numero di barche è aumentato, nel gruppo ne sono mancate alcune, anche di quelle che avevano fatto notevoli progressi nel corso dell’anno: tipo, Dario, dov’eravate ???
    Personalmente mi ha fatto un gran piacere rivedere Ale Bagante, e sapere della lieta novella (auguri !!!), Robi Caramel (finalmente SS ha perso una regata !!!), ecc. ecc.
    Quanto al discorso di Corrado

  4. Federico
    5 ottobre 2011 a 7:55 | #4

    … come sempre ha ragione, però un dubbio mi resta: ha senso fare una classifica per barca quando si cambia non solo equipaggio, il che ci sta, ma anche e soprattutto il timoniere ?

  5. Corrado
    6 ottobre 2011 a 8:24 | #5

    no, Federico, non ha senso, hai ragione, in effetti questa è una delle tante storture a cui ci siamo piegati per non perdere pezzi per strada e cercare di restare in un certo numero alle regate, però è una cosa che non esiste da nessuna altra parte e in nessuna altra classe; bisognerebbe impedire almeno il cambio del timoniere per dare un minimo di serietà e continuità, inoltre bisogna cercare di recuperare anche quelle barche di medio livello così ci si diverte anche a centro classifica

  6. Federico
    6 ottobre 2011 a 10:28 | #6

    Per le classifiche, come dice il buon Natalino Balasso, “pieghiamoci alle esigense della produssione” !
    Il mio intervento comunque non voleva essere polemico con nessuno, sia chiaro, e del resto il Meteor è una sorta di via di mezzo tra una deriva, dove conta solo il timoniere, ed un cabinato, dove al limite in classifica c’è l’armatore, quindi questo “dilemma” si porrà sempre.

    Per il recupero delle barche di medio livello, di sicuro mettersi in barca persone esperte che ti facciano capire che non è la barca che è lenta, e dove e come poter migliorare, è l’investimento migliore che si possa fare.
    Ed a maggior ragione questo discorso vale per le barche di basso livello, perchè più sei lento e più sono ampi i tuoi margini di miglioramento, e più sono semplici le misure da adottare per ottenere il miglioramento delle prestazioni.
    Anche se poi bisogna comunque rimboccarsi le maniche …

    Però credo che il recupero delle barche di livello medio e basso dovrebbe essere auspicato e coltivato come interesse generale della flotta, e non solo per divertirsi di più a mezza classifica.
    Incrementare il livello generale renderà sì la regata più divertente per quelli che di solito stanno dietro, ma sarà utile ed “allenante” anche per le barche meglio attrezzate e per gli equipaggi più forti.
    Che si troveranno un numero sempre maggiore di “ostacoli” sul loro cammino e dovranno far fronte a situazioni che, se regatano solo 4 o 5 barche, non si troveranno mai a dover affrontare.
    Oltre a rendere le regate economicamente fattibili e le premiazioni succulente …

  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.