Home > Regate > Classifica Leon e bando Quadrivela

Classifica Leon e bando Quadrivela

Ciao a tutti, qui di seguito trovate i link della Classifica del Trofeo Leon ed i risultati delle prove 1-2-3, utili per capire i distacchi (ahimé !)

Ho poi aggiornato la Classifica del Campionato Zonale 2015, e vi anticipo il Bando del Quadrivela, che si terrà in giornata unica domenica 21 giugno 2015, segnale di partenza ad ore 12.

Vi riporto poi il resoconto di Corrado, che ringrazio, come al solito molto utile, preciso e puntuale.

Trofeo Leon e seconda prova del Campionato Zonale, 9 barche con qualche assenza (Engy, Strafantino, Meteorsharing) e qualche bel ritorno (Eta Beta, Denis Gallo e Michele Marin), purtroppo solo 3 prove il sabato e niente domenica, però le 3 regate corse sono state belle e combattute con un campo di regata sempre ben posizionato e abbastanza incerto nel senso che non c’era un lato prevalente ma si poteva giocare abbastanza sulle scarse nonostante la corrente si facesse sentire.

Assente Engy in questo momento Serbidiola sembra avere qualcosa in più di tutti gli altri, difficile prendergli qualche metro mentre lui quando è davanti allunga e quando è dietro recupera, ottimo passo, ottimo assetto, ottima conduzione e tattica, secondo me siamo davanti ad un equipaggio “tranquillamente” da primi 5 all’Italiano; dietro Serbidiola noi con Asiatyco abbiamo un po’ risolto i problemi di incomprensione con l’albero nuovo, le vele sono ormai quello che sono anche se sinceramente con le condizioni di sabato erano meno penalizzanti che all’Adriatico.

Abbiamo lottato molto con Anemos che a bordo aveva, oltre a Gabriele, un vero dream team, Michele Marin al timone e Tom Stahl al centro; il salto di qualità c’è stato tanto che Anemos ha anche vinto una prova, è un bel segnale perché significa che le barche vanno, al di là dei nostri errori. Dietro questo terzetto le vere belle novità di questo (monco) weekend: Pilar e Eta Beta: per Paolo 3 regate con i primi della classe, a premiare una rincorsa durata forse un paio di anni ma che ha fatto sempre segnalare qualche miglioramento, adesso Pilar è là subito dietro e appena sbagli te lo trovi davanti; per Eta Beta era la prima regata, certo il mezzo è pura eccellenza, le vele sono invecchiate bene usandole poco, a bordo Cesare Casoria non è proprio alle prime armi e avrà sicuramente dispensato consigli utili, comunque bravi e veloci pur con qualche errore che ovviamente ci sta. Gli altri hanno sofferto un po’ di più pagando anche la mancanza di continuità, Why Not? cambia troppo l’equipaggio, Marasca aveva un po’ improvvisato i ruoli, Magic Antares non è Strafantino e Obelix non aveva neanche Federico a bordo, e Denis deve aver capito che i tempi di Asterix erano appunto altri tempi.

Alcune osservazioni:

  • La quota di iscrizione è rapidamente salita in qualche anno da € 30,00 a € 60,00, vero che è tutto più caro ma dovremmo cercare di porre dei “paletti” comuni, in proporzione costa di più una regata da un giorno perché la premiazione e il buffet restano comunque, quindi come Classe dovremmo cercare di “imporre” ai circoli organizzatori € 30,00 per un giorno e € 50,00 per due giorni
  • La convivenza con i Minialtura funziona perché si aumenta il numero delle barche presenti alla manifestazione, però si fa più fatica a comporre gli equipaggi perché tutte e due le classi vanno a pescare nello stesso bacino; cerchiamo di allargare il “giro” e di non perderlo, facciamoci lasciare recapiti telefonici e email e creiamo un elenco di “disponibili” consultabile sul sito
  • Dobbiamo fare in modo che le barche siano il più possibile uguali, cosa assai difficile per una Classe che ha tanti anni e ha cambiato tanti stampi e costruttori però sulle cose più banali … una cosa che mi rode è la scatoletta per lo scarico dell’acqua sotto il fondo, ci sono barche che ce l’hanno e poche barche che non ce l’hanno, la differenza secondo me si sente eccome, adeguare tutte le barche su questa cosa sarebbe una sciocchezza da pochi euro di costo e grande significato
  • Quando si regata poco, si parla molto, e tra tante cazzate vengono anche fuori le idee, quella di Paolo Carossa è la migliore che ho sentito: un Meteor Day non competitivo con abbuffata finale con lo scopo di portare in acqua “tutti” i Meteor di Chioggia: obiettivo minimo per il primo anno, 30 barche

Ci vediamo al Quadrivela

Be Sociable, Share!
Categorie:Regate Tag:
  1. Corrado
    17 giugno 2015 a 11:07 | #1

    METEOR DAY: cosa ne dite di sabato 29 o domenica 30 agosto? prima la gente è in ferie e dopo, a settembre, è un casino, ci sono regate ogni weekend!!!

  2. 17 giugno 2015 a 13:03 | #2

    se interessati, esiste già un Meteor Week-End.
    Il Rally della Laguna nato per i Meteor e sempre vinto da Meteor.
    La 7^ Edizione del Trofeo IL BRICCOLONE sarà il 27-28 Giugno 2015.
    Evento simpaticompetitivo non agonistico dove prevale il divertimento e l’arte marinaresca.
    Include una “abbuffata” e una serata conviviale all’ormeggio a Venezia.

    http://www.rallydellalaguna.it/

  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.