Home > Regate > CAMPIONATI ITALIANI A LA SPEZIA e COPPA METAMAUCO 2015

CAMPIONATI ITALIANI A LA SPEZIA e COPPA METAMAUCO 2015

Chiuso molto positivamente un Trofeo Adriatico combattuto (qui la classifica), con 12-Meteor-12 in regata, e 4 prove in 2 giorni, archiviato anche il Campionato Italiano Minialtura, ci avviamo verso quella che dovrebbe essere la manifestazione più importante a cui la nostra flotta dovrebbe partecipare, il Campionato Italiano Meteor, che è alla sua quarantaduesima (42 !) edizione e che avrà base nell’incantevole località di Le Grazie di Portovenere e campo di regata nel golfo di La Spezia.

Purtroppo, ed è un grande difetto della nostra Flotta, vi parteciperà solo Engy di Stefano Pistore, con Silvio Sambo al timone e Nicolò Cavallarin a completare l’equipaggio; oltre al fresco vincitore del Trofeo Adriatico Meteor, saranno presenti anche il nostro indomabile Gus, che regaterà però con una barca di La Spezia, ed il campione chioggiotto Enrico Zennaro, fresco neo-tesserato come socio simpatizzante della nostra Flotta, che regaterà con Alberto Tuchtan su Corto Maltese, vista nelle nostre acque nelle ultime regate ma ancora formalmente iscritta come barca del Verbano.

Nello stesso weekend degli Italiani di La Spezia si terrà nelle nostre acque la 18^ edizione della Coppa Metamauco (qui il Bando-2015), ottima occasione per chi rimane a casa di regatare con classifica separata per i Meteor, a condizione che ci siano almeno 5 iscritti nella classe (con premi ai primi 3); sono previste 4 prove nei due giorni di regata, con partenza della prima prova alle 12 di sabato 23 maggio; mi raccomando di perfezionare l’iscrizione come previsto dai Circoli Organizzatori (scadenza iscrizione sabato 18 maggio …).

Ciao a tutti e buon vento !!!

Federico

Be Sociable, Share!
Categorie:Regate Tag:
  1. Corrado
    15 maggio 2015 a 11:01 | #1

    mi scuso con Federico, avevo promesso un articolo sull’Adriatico ma la successione degli eventi mi ha “preso la mano”; vorrei fare solo alcune considerazioni:
    1) il numero e il livello del Campionato Adriatico è stato uno dei più alti in assoluto, secondo solo a quello dell’anno degli Italiani a Chioggia e, forse, dell’anno in cui era valido come prova del circuito timonieri, purtroppo le condizioni non sono state eccezionali e le regate non sono state bellissime ma credo di poter dire che i primi 4 dell’Adriatico sarebbero tutti dei potenziali “primi 10” all’Italiano
    2) mi dispiace dirlo ma la formula “vele bianche” prevista per la domenica è stato un fallimento certamente non imputabile solo all’assenza forzata di Annarosa; per quanto mi riguarda l’esperimento non avrà un seguito
    3) la partecipazione dei Meteor all’Italiano Minialtura è stata “penosa” e certo non per colpa di chi ha partecipato che è stato bravo e coraggioso, purtroppo il livello medio delle barche di quest’anno era più elevato, lo scorso anno le flotte di UFO 22 e H22 avevano mantenuto le dimensioni e le velocità meno elevate, quest’anno c’erano barche grandi e veloci quindi i Meteor hanno dovuto commisurarsi a questi: risultato una prova tutti fuori tempo massimo e nelle altre prove piazzamenti oltre il 30°, anche a causa delle condizioni meteo, i poveri Meteor arrivavano e senza neanche il tempo di bere un bicchiere d’acqua si ripartiva per la prova successiva. Da Meteorista mi sono chiesto: ma chi glielo fa fare???
    4) i nostri agli Italiani: Silvio ed ENGY mi sono sembrati in buona forma e veloci, Nicolò a bordo è una garanzia, siamo tutti curiosi di vedere cosa farà Enrico, sicuramente i mezzi tecnici a disposizione sono di ottimo livello ma Enrico ha provato veramente poco, non mi esprimo in pronostici ma sono veramente curioso di dove può arrivare
    5) prossima tappa Trofeo Leon, 13/14 giugno, speriamo di mantenere questi livelli e di coinvolgere altri, per esempio ETA BETA, ottima barca che non può stare “a guardare”
    6) chiudo con una riflessione su me stesso, non ho più vele e lo sapevo, quello che credevo più facile era passare da un albero all’altro che invece non si è dimostrato così banale

  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.